Gli incontri di psicomotricità si svolgono all'interno di un setting psicomotorio.

Il setting è un 'contenitore' pensato in ogni dettaglio dalla psicomotricista (oggetti predisposti in un modo preciso, tempi e modalità delle proposte, ecc.).

Ogni incontro si inserisce in un contesto che favorisce la spontaneità e la libera espressione, ma niente è lasciato al caso. Ogni azione è guidata dal progetto, precedentemente strutturato, che va ad adattarsi ai tempi ed alle necessità dell'individuo. Perciò ci sarà sempre spazio per le attività che più piacciono ai bambini, insieme alle nuove proposte rilanciate dalla psicomotricista che gioca con lui.